Da un lato la crescente necessità di data center sempre più efficaci. Dall’altra, i rischi ambientali legati al conseguente aumento del consumo energetico. Combinare l’esponenziale domanda di servizi cloud e internet e il controllo delle emissioni di CO2 è una delle sfide, attuali e future, del settore ICT (informazione, comunicazioni e tecnologia). La risposta è nelle infrastrutture, sempre più efficienti e “green”, sull’esempio di uno dei colossi del settore: Aruba. I dati dello studio “Assessing ICT global emissions footprint: Trends to 2040 & recommendations”, pubblicato sul Journal of Cleaner Production (ripreso da Forbes), del resto parlano chiaro: nel 2040 l’impatto dell’industria ICT sulle emissioni globali di gas serra sarà del 14 per cento, mentre già l’anno prossimo i data center saranno all’origine del 45 per cento delle emissioni dell’intero comparto tecnologico.

Continua a leggere

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Il futuro dei data center è green con l’energia fai-da-te, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Categories: Innovazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*