Alto Adige, intesa Terna-RFI-Provincia: intervista all’AD Luigi Ferraris

Luigi Ferraris

L’AD di Terna Luigi Ferraris ne è sicuro: “Con questo accordo avviamo un progetto che renderà più moderna e sicura la rete di trasmissione nazionale in Alto Adige e apporterà significativi benefici, creando valore per il territorio“. Siglato lo scorso 18 giugno insieme a Rete Ferroviaria Italiana e a Provincia Autonoma di Bolzano, il protocollo prevede una serie di interventi orientati ad aumentare la sicurezza energetica e a tutelare l’ambiente. Nello specifico, come ha spiegato Luigi Ferraris ad Askanews in una intervista rilasciata a margine della firma, si parla “di eliminare 900 vecchi piloni, di sostituirli con 300 di nuova generazione e togliere 240 km di vecchie linee e sostituirle con 120 km di nuove“. Significa quindi restituire il territorio ai cittadini riducendo l’impatto ambientale del 50%. In merito il Presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher ha sottolineato come negli ultimi 30-40 anni ci siano stati numerosi tentativi per demolire questi elettrodotti che attraversano i centri abitati e oggi, grazie alla collaborazione con Terna e RFI, si è giunti a una soluzione che consente anche di aumentare il livello di sicurezza per quanto riguarda la fornitura di energia. Luigi Ferraris ha spiegato infatti che dal punto di vista energetico, l’opera consente di aumentare la potenza, rafforzando il corridoio energetico nella provincia di Bolzano: “È fondamentale per una provincia bella, che è in crescita, con un turismo che si trascina investimenti che richiedono anche la messa in sicurezza dei consumi energetici e della fornitura di energia“. Ma l’impegno di Terna nel territorio non si esaurisce qui: il progetto prevede investimenti per circa 400 milioni di euro nell’arco di 10 anni, perché per il gruppo come ha spiegato l’AD è importante “essere vicini al territorio e fare investimenti a beneficio di uno sviluppo organico a livello locale e a livello di sistema Paese“. Questi 400 milioni consentiranno di riammodernare delle linee, aumentare la potenza, ridurre l’impatto ambientale e soprattutto, come ha sottolineato Luigi Ferraris, di “accompagnare un Paese, una provincia come questa che è in forte crescita“.

Per maggiori informazioni:
http://www.askanews.it/video/2018/06/19/bolzano-accordo-per-eliminare-vecchi-elettrodotti-storico-20180619_video_09440479/

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Alto Adige, intesa Terna-RFI-Provincia: intervista all’AD Luigi Ferraris, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0
Articoli Correlati:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*