Terna: la sostenibilità come leva strategica e fattore di crescita

Luigi Ferraris

La società amministrata da Luigi Ferraris presenta il Rapporto di sostenibilità 2017

La sostenibilità è parte del nostro modello di business. Indicatori ambientali e sociali sono inclusi nell’analisi costi-benefici applicata ai nostri progetti“. A dichiararlo è Luigi Ferraris, Amministratore Delegato e Direttore generale di Terna, la società italiana della rete ad alta tensione che ha di recente presentato il nuovo Piano strategico per i prossimi cinque anni. Non a caso, una parte importante del Piano è incentrata sulla sostenibilità come leva strategica e fattore di crescita per il futuro. Numerose le iniziative degne di nota intraprese nel 2017 dalla società guidata da Luigi Ferraris e Catia Bastioli. La Presidente di Terna ha dichiarato: “Il nostro obiettivo principale è facilitare la transizione verso un sistema energetico più efficiente, sicuro e sostenibile“. L’alto livello qualitativo del servizio offerto da Terna ha consentito il raggiungimento di una Average Service Availability (la disponibilità del servizio offerto) del 99,9%, un risultato che, come negli anni precedenti, si conferma dunque a stretto ridosso del 100% dell’efficienza. Nel corso dello scorso anno sono entrate in esercizio due nuove linee, rispettivamente tra Udine Ovest e Redipuglia e tra Capri e Torre Annunziata, collegando in quest’ultimo caso l’Isola alla terra ferma. Importante l’impegno di Terna sul fronte della riduzione dell’impatto ambientale, con la dismissione di 98,3 chilometri di linee a vista nel 2017 e ben 1.000 chilometri di linee rimossi dal 2010. Un impegno a cui si aggiunge quello finalizzato alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica e gas serra. A livello ambientale, nell’ambito della realizzazione del collegamento “Sorgente-Rizziconi”, per tre anni è stato inoltre realizzato un monitoraggio dei flussi migratori di circa 100.000 volatili, grazie a radar sperimentali che hanno consentito una raccolta dati a beneficio, tra gli altri, della comunità scientifica. La società della rete elettrica prosegue inoltre nel suo impegno a livello territoriale, per dare ascolto agli stakeholder che vivono in aree destinate a ospitare le sue infrastrutture. A tal fine è nato il programma Terna Incontra, che nel 2017 ha dato vita a 13 eventi aperti alla cittadinanza e 303 incontri con 260 tra Enti ed Amministrazioni locali. Sul fronte della formazione, la società amministrata da Luigi Ferraris si è distinta per avere erogato in media 50 ore di formazione pro capite; un dato ben al di sopra della media delle aziende del Ftse Mib, che nel 2016 si attestava a 25,8. Da segnalare, in particolare, la collaborazione con la Fondazione Cariplo, in partnership con Cariplo Factory, nell’ambito del programma Next Energy, finalizzato alla valorizzazione dei giovani talenti attraverso lo sviluppo di progetti innovativi ed opportunità di collaborazione per startup. Ancora in ambito formativo, da ricordare il progetto “Alternanza scuola-lavoro”, in collaborazione con il consorzio ELIS, per incentivare la transizione dei giovani nel mondo del lavoro. Negli Stati Uniti, l’AD Luigi Ferraris ha illustrato un documento contenente proposte concrete per agevolare il finanziamento dei Sustainable Development Goals (obiettivi di sviluppo sostenibili), confermando ancora una volta il forte impegno di Terna per la sostenibilità, nell’ambito dell’appuntamento annuale del Global Compact, presso la sede dell’Assemblea generale dell’ONU a New York. Oltreoceano, da segnalare inoltre la firma, a luglio 2017, di un Project Finance da 81 milioni di dollari per un progetto in Uruguay finalizzato alla realizzazione dell’elettrodotto Melo-Tacuarembò. Il finanziamento, qualificato come “green loan” da parte dell’agenzia Vigeo Eiris, è valso inoltre al progetto un premio dalla rivista The Banker come deal dell’anno nella categoria “Americas: Green Finance”.

Per un quadro più dettagliato sul Bilancio di sostenibilità 2017 di Terna, è possibile consultare la pagina al seguente link:
http://csr.terna-reports.it/2017/index.html

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Terna: la sostenibilità come leva strategica e fattore di crescita, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0
Articoli Correlati:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*