Il 2018 di Terna è stato caratterizzato da una serie di interventi importanti per il riassetto della rete elettrica nazionale. Oltre alla manutenzione, tali operazioni hanno favorito il collegamento con l’estero per la sicurezza energetica del Paese e hanno rispettato uno dei valori chiave del Gruppo: la sostenibilità. La società guidata dall’AD e Direttore Generale Luigi Ferraris ha fatto fronte all’emergenza maltempo lavorando nel mese di ottobre nel Triveneto per garantire la piena operatività dell’alta tensione. Un’attività che ha comportato il contatto continuo con le Prefetture, le Istituzioni locali e la Protezione Civile. Terna, in accordo con il suo modello di economia circolare, si è occupata inoltre della rimozione di tralicci nell’area milanese del Parco Media Valle del Lambro, Sesto San Giovanni, e ha completato la posa di cavi elettrici sottomarini nella laguna veneziana (a settembre). L’interconnessione Italia – Francia, portata avanti per tutto il 2018, rappresenta uno dei progetti più ambiziosi della società: realizzare l’elettrodotto interrato più lungo al mondo in corrente continua (190 chilometri tra territorio italiano e francese). Tra le attività di Terna durante l’anno sono da segnalare, infine, l’installazione dei tralicci delle piattaforme circolari in metallo nell’oasi di Cervara per aiutare le cicogne nella costruzione del nido e rendere sicura la linea elettrica e il progetto Avifauna tra Sicilia e Calabria. La società guidata da Luigi Ferraris ha installato una stazione radar a Sant’Eufemia d’Aspromonte per verificare che non venisse interferito il passaggio dell’avifauna nell’area dal nuovo collegamento elettrico. Molte le specie avvistate, tra le quali il Falco pecchiaiolo e il Nibbio bruno.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Sviluppo della rete elettrica: un 2018 all’insegna della sostenibilità per Terna, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Categories: Energia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*