L’Amministratore Delegato e Direttore Generale Luigi Ferraris ne ha parlato in più occasioni, sottolineandone il valore. Ormai il dialogo con le comunità locali è diventato per Terna parte integrante nello sviluppo della rete. Il modello di progettazione partecipata si fonda sulla consapevolezza di quanto il coinvolgimento delle comunità locali e dei cittadini risulti efficace in ogni fase dell’elaborazione e dell’implementazione delle opere elettriche. Il confronto con le comunità e le istituzioni locali coinvolte, l’ascolto delle loro opinioni si è rivelato funzionale infatti all’individuazione di soluzioni condivise per collocare le nuove infrastrutture e modernizzare le esistenti.

Non a caso solo nel 2019 sono stati oltre 450 gli incontri organizzati da Terna sul territorio con questo obiettivo, come ha spiegato Luigi Ferraris: "Abbiamo portato avanti un rapporto continuo con le istituzioni locali e con i cittadini, ascoltando le osservazioni e i dubbi per una vera e propria progettazione partecipata delle opere". Tra questi anche i "Terna incontra", nati per fare conoscere le motivazioni e i vantaggi delle opere infrastrutturali previste. Un’iniziativa in forte crescita: basti pensare che nel 2018 il Gruppo ha organizzato circa 350 incontri di cui 18 "Terna incontra" con i cittadini ed eventi pubblici in nove regioni. Nel 2019 gli incontri sono saliti a circa 450: i "Terna incontra" sono stati 40, con un aumento percentuale di circa il 29%.

Nell’ambito di queste giornate, i tecnici e i progettisti del Gruppo illustrano e spiegano ai cittadini tutte le fasi del ciclo di vita di un progetto, dallo sviluppo alla gestione e manutenzione della rete e ascoltano i loro pareri, rispondendo alle richieste di chiarimento da parte del territorio. Proprio l’AD e DG Luigi Ferraris ha evidenziato come per il Gruppo si tratti di "una leva strategica per il rinnovamento della rete elettrica nazionale". Nel dialogo con le comunità locali si riflette infatti il forte impegno di Terna nel creare le condizioni per "costruire" insieme una rete elettrica nazionale sempre più sostenibile ed efficiente.

Per maggiori informazioni:
https://www.askanews.it/economia/2020/01/15/terna-importante-il-dialogo-con-il-territorio-lad-luigi-ferraris-modello-di-sviluppo-della-rete-pn_20200115_00200/

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Luigi Ferraris: il valore del modello di “progettazione partecipata” nel lavoro di Terna, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Categories: Energia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*