Reputazione, valori aziendali, redditività a lungo termine. Nel pieno di un’emergenza climatica per la quale si fa ancora poco, perlomeno rispetto a quanto sarebbe necessario fare, l’industria del petrolio e del gas non può più aspettare, come ha fatto finora: deve investire in energia pulita, deve accelerare la transizione, sia per la sua immagine che per i profitti del futuro. Deve migliorare quella percentuale ferma all’1% di capitale investito in spese non strategiche. Non strategiche per i guadagni a breve termine, ma fondamentali per il pianeta.

Continua a leggere

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
Categories: Energia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*