In occasione dell’Italian Energy Summit organizzato da “Il Sole 24 Ore” e svoltosi il 29 e 30 settembre, l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna Stefano Donnarumma ha preso parte alla discussione con un intervento dedicato alle rinnovabili e all’evoluzione della rete.
La sfida che già stiamo affrontando risiede nel colmare il gap di energie rinnovabili lavorando anche sulla rete: è il proposito espresso dall’AD e DG di Terna, che ha sottolineato la necessità di adeguarsi al ritmo “lento delle rinnovabili”: il punto è “colmare in dieci anni un gap infrastrutturale che vale tra 40 e 60 GW tra solare ed eolico” e “la rete deve accompagnare a questo sviluppo”. Il ritmo lento delle rinnovabili è ben lontano dai 6-7 GW necessari a fare un risultato, come ha sottolineato l’AD e DG, ma questo è il futuro.
“La soluzione è fare sistema”, ha commentato Stefano Donnarumma. Sull’esempio di altri Paesi, bisogna puntare sui progetti medio-grandi per non perdere i finanziamenti del PNRR, “stando attenti ad una eccessiva frammentazione e ad una potenziale incapacità organizzativa di mettere a terra le risorse”.

Per maggiori informazioni:
https://finanza.lastampa.it/News/2021/09/29/energia-donnarumma-necessario-colmare-gap-rinnovabili-lavorando-su-rete/MTQxXzIwMjEtMDktMjlfVExC

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
Categories: Energia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*