Tra le principali sfide che le città dovranno affrontare nel prossimo futuro c’è quella della logistica sostenibile delle merci. Sempre più persone infatti vivono nei centri urbani e il trend è destinato a rimanere immutato. A questo fenomeno si aggiunge quello del boom dei servizi, accelerato dalla pandemia. E-commerce, spesa online, instant delivery: tutte attività che comportano un aumento dell’attività logistica e di conseguenza maggiori rischi per ambiente e qualità della vita dei cittadini. È uno dei motivi che ha spinto la città di Lucca a prendere parte, insieme a Stoccolma e Zara, al progetto europeo “Life Aspire”. Coordinato dal Comune, con Municipia S.p.A., LUCENSE e MemEx, “Life Aspire” è stato avviato nel 2017 proprio con l’obiettivo di sviluppare strategie innovative e sostenibili per il trasporto delle merci nei centri storici di Comuni di medie e piccole dimensioni. Una sperimentazione che si è rivelata fin da subito un successo. A confermarlo i risultati rilasciati durante la conferenza finale del progetto dal titolo “Il ruolo della logistica urbana nella transizione ecologica”, tenutasi lo scorso 21 settembre. Dopo lo studio e l’analisi delle principali criticità (aumento veicoli merci, comportamenti alla guida, durata soste etc.), il progetto ha ideato un sistema di premialità, promuovendo alla base un servizio di cargo bike sharing. Per consentire una valutazione adeguata dei comportamenti green assunti dai trasportatori è stata sviluppata una piattaforma per l’analisi delle condotte di mobilità. Analisi possibile grazie all’installazione di sensori RFID per il controllo di entrate e uscite in ZTL e all’implementazione del sistema di stalli smart per il carico / scarico merci con sensori LoRaWAN. Tre le stazioni di cargo bike installate, per un totale di nove veicoli messi a disposizione dei trasportatori. Oltre 2.500 invece i “Lucca Mobility Pass” consegnati, grazie ai quali è stato possibile accumulare “eco-points” da scambiare poi con diversi vantaggi. Dopo quattro anni “Life Aspire”, di cui Municipia S.p.A. è partner tecnologico, si è avviato alla conclusione. La volontà dell’Amministrazione comunale è tuttavia quella di rendere l’esperienza “strutturale”. “Life Aspire” è stato valutato positivamente anche dal Ministero della Transizione Ecologica, che lo scorso luglio ha deciso di nominarlo “progetto del mese”.

Per maggiori informazioni:
https://www.lagazzettadilucca.it/economia-e-lavoro/2021/09/life-aspire-quattro-anni-fa-lavvio-della-sperimentazione/

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*