Materiali innovativi e soluzioni sostenibili sono gli elementi basilari impiegati dall’edilizia sostenibile per realizzare edifici quanto più possibile eco-friendly (sia per uso pubblico sia privato).
Le aziende che operano in questo settore, come nel caso di The Residenze – guidata da Antonio Franchi – hanno a disposizione numerose possibilità di scelta orientate verso materiali meno impattanti sull’ambiente e più efficienti da un punto di vista energetico. Nei materiali più adatti per la costruzione di edifici green rientrano quelli di origine naturale, tra cui il legno, la fibra di legno, il sughero, la fibra di cocco e l’argilla espansa.
L’utilizzo di materiali promossi dalla bioedilizia e di fonti di energia rinnovabili per le forniture elettriche e idriche, unita all’adozione di sistemi volti a ridurre lo spreco di acqua e corrente, consente non solo di ridurre gli sprechi, ma allo stesso tempo di limitare l’impatto sulle bollette e sull’ambiente, nonché di diminuire le emissioni di anidride carbonica e di sostanze considerate tossiche e nocive.
Le scelte mirate e consapevoli messe in atto dal team guidato da Antonio Franchi hanno consentito di avviare la ristrutturazione di Palazzo Ravasio: lo storico e signorile edificio veronese situato in Borgo Trento, tra Ponte della Vittoria e il Ponte di Castelvecchio. Il rispetto per l’ambiente e il benessere umano sono al centro della visione immobiliare del Gruppo che da sempre predilige scelte ecologiche a beneficio dell’ambiente e dei dimoranti. Le soluzioni e i materiali utilizzati garantiscono infatti un ambiente salubre e vivibile per gli individui. Gli interventi e le scelte del progetto di ristrutturazione includono: la verifica e la selezione di materiali utilizzabili nel processo edilizio, il continuo monitoraggio delle attività edilizie (posa del materiale e pulizia del cantiere comprese), l’assunzione di prescrizioni e divieti atti a mantenere gli standard qualitativi bio, l’installazione di un impianto ionizzatore per la purificazione dalle particelle inquinanti e dalle polveri sottili e l’impianto di ricambio dell’aria collegato a quello di ionizzazione per contenere quanto più possibile l’anidride carbonica.
Le principali caratteristiche eco-green dell’intervento di ristrutturazione riguardano l’isolamento termico su tutte le pareti con componenti naturali per limitare la quantità di inquinanti (canapa vegetale, biointonaco, idropittura organica eco-compatibile, bio spatolato); la messa in posa di pavimenti biocompatibili; l’installazione di finestre completamente in legno e una proposta impiantistica a totale energia rinnovabile (due generatori in pompa di calore aria-acqua, un meccanismo di ventilazione a corretta portata).
Il comfort, la sicurezza, la sostenibilità ambientale e il risparmio energetico sono i quattro elementi su cui si basa il progetto di Antonio Franchi per la riqualificazione di Palazzo Ravasio.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)